TV  E..SCORT
 (Orlando Marano)

Brunetto  o ‘mbollaro , bello compare,
sape fa sùlo o  ricottaro,
apprepara nu bbello salotto
e ogni sera te fà  na ricotta

O Pertecone e o  Paparaballo
Fanno sempe  o festivallo
Co o televoto e a pubblicità
Tanta crape fanno cantà
                                             
A zia Mariuccella  pe devozione
Fa chiagne a gente co a stessa canzone
Porta a scola  e  vaglioncelle
Pe e fà addeventà cchiù pottanelle

A grande Sorella , la storia lo ddice,
è na serena cantatrice,
rinta na casa ‘nzerra  e perzone
pigghianno pe culo na popolazione

Tanta poveri vecchiarielli
se fanno ‘ncantà ra e puntatelle,
na storia corta e na settimana
a fanno rurà na vernata sana.

Pacchi e sordi  senza stiento,
‘nzieme a  musica che  lamiento,
Sona e canta o  stesso jallo
Ca te fa  sempe  girà  e palle.

Sintiti a nui pigghiate coraggio
Com’ o fioretto ro mese e maggio
aizammici tutti a coppe poltrone
Levammo a presa a sta Televisione

Miezzo a gente  pensammo e tornà
e comma na vota potimmo parlà
solo accussi non ti siente cchiù sulo
e a sti ricottari e manni a fa ‘nculo.