Carta Colonica
(Pratola Folk)

A Natale e a capodanno tre capponi,
grossi, senza grasso e a gozzo vuoto,
inoltre due conigli e cinquant’ uova,
a carnovale a Pasqua e a’ nunziata

La roba che produce il mio terreno,
srà divisa senza preferenza,
inoltre vino e frutta e tutto il resto,
un terzo va al colono e due al padrone.

La spesa occorrente è cosa chiara,
per la presente cedono al colono,
inoltre è compreso nel contratto,
trasporto di prodotti e pigiatura.

La legna che occorre al mio palazzo,
la pulizia di questo e del giardino,
il tutto per quattro cinque annate
e cacche vota puorti puro na’ sopressata